Italy News

F-35: Quarto Velivolo Trasferito Con Successo Dall’Italia Agli Stati Uniti

Ufficio Pubblica Informazione - Roma // September 24, 2016

E' atterrato oggi, venerdì 23 settembre 2016, presso il Pilot Training Center statunitense di Luke (Arizona) il quarto F-35 dell’Aeronautica Militare. Con il trasferimento del quarto esemplare si completa l’aliquota nazionale dei velivoli destinati alla scuola internazionale di conversione sul nuovo velivolo, dove sono presenti anche piloti ed istruttori italiani. L'aereo durante il volo ha dato prova di multi-capacità, affidabilità e sicurezza. La trasvolata del velivolo dall’Italia agli Stati Uniti è stata effettuata seguendo la rotta atlantica sud con transito tecnico alle Azzorre e a Portsmouth ed ha terminato il trasferimento alla base area di Luke.

L'F-35 durante la lunga navigazione non è stato solo ed ha potuto contare su un importante supporto, tra cui un velivolo BR-1150 Atlantic del 41° Stormo di Sigonella (CT) con funzione di SAR oceanico, un KC-767 del 14° Stormo di Pratica di Mare (RM) per il rifornimento in volo ed un velivolo F-2000 del 36° Stormo di Gioia del Colle (BA) con funzioni di chase. Il volo di trasferimento, oltre ad essere stato soggetto ad una precisa e puntuale pianificazione effettuata da un’azione integrata di più Comandi della Forza armata, è stato, soprattutto, il culmine di un’intensa attività addestrativa svolta dai piloti che effettuano numerosi voli prova e di orientamento sul velivolo, incluso l’ausilio degli avanzati sistemi di visione notturna dell’avveniristico casco, ed ha compreso anche le operazioni di preparazione per il rifornimento in volo.


Grande la soddisfazione per tutta la base di Cameri, da dove è decollato l'F-35 alla presenza anche del Brigadier Generale Maurizio Nastasi, Capo del Ce.Po.V.A. (Centro Polifunzionale Velivoli Aerotattici), che in merito ha commentato: “Anche questo volo ha rappresentato un importante momento di soddisfazione per tutti noi che a Cameri viviamo ormai quotidianamente il progetto F-35. Questo è stato un ulteriore pregiato risultato conseguito nell’ambito delle complesse fasi del progetto che vedrà i prossimi velivoli destinati ai reparti di volo italiani”.

Leggi tutto l’articolo.